Narrazione per riflettere: mi piace pensare

Mi piace pensarlo.
Che ci siano eccezioni all’ingiusta sceneggiatura del mondo, ove scampoli di sopravvivenza fattasi miracolosamente vita, ci siano sfuggiti, per loro buona sorte.
Mi piace pensare, l’ho detto.
E, laddove insista nel peraltro comune atto, sono incline a voltar spalle e criterio alla sentenza reale, lo ammetto.
Di conseguenza, a cavallo di codesta fugace andatura, mi piace pensare alla parola fine, incisa una volta per tutte con inchiostro che sia di ogni tipo di rosso, fuorché il sangue delle vittime innocenti...

Leggi il resto

Commenti