Narrazione sul razzismo: nessuno è mai stato un colore

Di seguito, Albert Einstein non era un colore, ma un dilatatore di tempi fino a sfiorar davvero le stelle e un accorciatore di lunghezze da permetterci di apprezzarne la luce nel momento migliore: quando la vita che l’ha resa eterna da fragile carne è divenuta incancellabile ricordo.
E, se ci pensi, da che mondo è luce, di quest’ultima non è mai il colore che rammenterai, bensì il prezioso calore, le variegate forme e più che mai quel che di bello ha illuminato...

Leggi il resto

Commenti