venerdì 13 novembre 2015

Spettacolo sul razzismo Video Teatro di narrazione

"Se fossimo in un paese razzista", video dallo spettacolo di teatro narrazione "La truffa dei migranti", presentazione dell'omonimo libro edito da Tempesta Editore (Ottobre 2015)

E' stato arrestato il presunto colpevole degli abusi di una sedicenne di Roma.
Si tratta di un trentunenne della provincia di Cosenza, militare del ministero della Difesa, Arsenale della Marina.
Se fossimo in un paese razzista.
Se fossimo in un paese razzista, nella mente di molti dovrebbe risuonare l’equazione: i calabresi sono tutti stupratori.
Soprattutto quelli della provincia di Cosenza.
E, automaticamente, dovrebbe scattare l’identica associazione nel momento in cui un tizio a caso si presentasse affermando sulla pubblica piazza: mi chiamo Pasquale, un nome ipotetico, e sono calabrese.
Di dove? Chiederebbero i presenti.
Della provincia di Cosenza, potrebbe rispondere il malcapitato.
E via la suspense, gli sguardi diffidenti, le condanne sommarie e l’isolamento del potenziale bruto.
Con tutta la gratuita sofferenza per il nostro...




Guarda altri video sul razzismo
 
Visita le pagine dedicate ai libri:

 

giovedì 5 novembre 2015

Teatro narrazione Video Spettacolo da La truffa dei migranti: Lo straniero dal mare...

"Lo straniero dal mare e l'uomo sulla riva", video dallo spettacolo di teatro narrazione "La truffa dei migranti", presentazione dell'omonimo libro edito da Tempesta Editore (Ottobre 2015) 

“Sì, questo lo so anch’io, ma c’è anche questa cosa del…”
“Del terrorismo, stavi per dire? Ascolta, ma ti sembra possibile che noi altri si possa accusare qualcuno neppure di aver effettivamente suscitato terrore nel prossimo, ma addirittura di averne anche solo le intenzioni? Noi siamo i maestri della paura, siamo i signori dell’incubo, le madri di tutte le umane fobie. Da generazioni insegniamo ai nostri bambini prima a temere, che amare, prima a diffidare, che sperare, prima a emarginare, che comprendere. E abbiamo appreso la lezione così bene da esserne talmente ossessionati da proiettare l’immagine di noi stessi sugli altri, certi che anche loro siano brutti quanto noi. Ovvero, terrorizzati all’idea…”




Guarda altri video sul razzismo.
 
Visita le pagine dedicate ai libri: