Tramonto

Il dono della diversità
Laboratorio di teatro narrazione

Presenta

Tramonto


Di e con
Alessandro Ghebreigziabiher

Con la partecipazione di
Cecilia Moreschi


La storia: Tramonto è il racconto di un bambino nato tra due mondi, l'Africa e l'Europa, da un padre nero e una madre bianca, quindi tra due colori ed esattamente come il tramonto vive un'esistenza in mezzo, tra il giorno e la notte, trovando l'equilibio migliore accettando la propria condizione come naturale, scoprendo i vantaggi e le ricchezze nel nutrirsi di più culture.

Dal prologo:
Il mio nome è Tramonto. Sì, quel magico momento tra il giorno e la notte, quell'attimo affascinante e incerto, denso di mistero.
E’ proprio in quell'attimo che sono nato, sospeso tra il nulla e l'infinito.
Sempre al tramonto fui concepito. Mio padre Buio e mia madre Luce ebbero solo un istante per amarsi, ma fu sufficiente per donarmi al mondo.
Sono nato in mezzo tra due sud. Quello d'Italia, Napoli, e quello del mondo, l'Africa. Quindi, tra due colori, tra un nome e un cognome così diversi, tra mente e cuore, soprattutto.
Sono nato lì, su quella linea di confine, e da allora ho vissuto camminando su una corda immaginaria, sospeso su un mondo bisognoso di riconoscere e di riconoscersi.
Di giorno, studiando formule e teoremi, e la notte recitando, cantando e soprattutto scrivendo.
Col tempo ho imparato ad amare questa vita perennemente in bilico, con i piedi per terra e la testa persa fra le stelle.
E ho fatto un sogno.
Sì, proprio in quell'ora affascinante in cui il sole e la luna si scambiano il cinque.
In quell'attimo fatto a posta per i nati in mezzo come me.
Esattamente in quel momento, ho sognato che forse siamo in tanti a camminare su quella corda, più di quanti io creda.


Per richiedere uno spettacolo (teatri, scuole, università, festival, rassegne, convegni, ecc.) scrivere a ildonodelladiversita @ gmail.com

Debutto: lo spettacolo ha esordito nel 1999 a Roma e da allora è stato portato in scena in molte città italiane, tra cui Torino, Trento, Bologna e Taranto (Foto di scena da vari spettacoli).

Note: Prossimamente, a marzo 2017, uscirà una nuova edizione del libro con un nuovo editore.
Ad aprile 2017 nuova versione dello spettacolo: La favola del figlio di Buio e Luce.
Nel 2002 il testo è stato pubblicato da Lapis Edizioni come libro illustrato per ragazzi. Nel 2003 è stato premiato dall'International Youth Library (IYL, Monaco) con il White Ravens, un riconoscimento alle opere di tutto il mondo ritenute di speciale valore ed è stato selezionato nel 2011 per la  Notte del racconto, Altri mondi, evento promosso in tutta la Svizzera, Bibliomedia Svizzera italiana.

Recensioni e segnalazioni:
100 libri da non perdere, Istruzione Emilia Romagna, Valentina Asioli
Il bambino sullo scaffale, Accaparlante , Annalisa Brunelli e Giovanna Di Pasquale
Vivavoce
Un libro per chi è nato ''in mezzo", Angeli Press
Stranieri in italia
Casa delle letterature 
Comune di Roma

Bibliografia:
L'immigrazione raccontata ai ragazzi, Luatti Lorenzo, Nuove Esperienze Editrice, 2011
L'immagine della società nella fiaba, Franco Cambi, Sandra Landi, Gaetana Rossi, Armando Editore, 2008
Scrivere nella lingua dell'altro: la letteratura degli immigrati in Italia, Daniele Comberiati, Peter Lang Editore, 2010
Diversi libri diversi: scaffali multiculturali e promozione della lettura, Vinicio Ongini, Idest Editore, 2003



Brani dello spettacolo narrati dall'autore:



Informazioni:
Cecilia Moreschi
Email - Tel: 348-9222588

Nessun commento:

Posta un commento