giovedì 22 febbraio 2018

Narrazione di fantascienza: Il passeggero

Forte e chiaro, signore. Proprio per questa ragione, se volesse avere la cortesia di darmi il suo nome, io…
Guardi, bando alla chiacchiere, veniamo al sodo.
Esatto, signore, veniamo al nome…
Allora, tutto è cominciato quando ho preso l’auto dieci giorni fa per recarmi al lavoro. Mentre ero immerso nel traffico ho visto questo tizio accanto a me, sul sedile di lato. Mi sono spaventato, naturalmente, ma poi gli ho intimato subito di scendere, altrimenti avrei chiamato la polizia. E lui? Mi ha guardato con un’espressione spenta e indifferente, passiva e quasi comatosa, ecco. Da quel momento ho iniziato a vedermi accanto questo tipo ovunque...

Leggi il resto

Nessun commento:

Posta un commento