giovedì 12 aprile 2018

Narrazione sulla dipendenza dai telefonini

“Ma quale peccato?” la donna tenta ancora di farsi ascoltare. “Lei non ha capito…”
“Silenzio!” esclama irato il custode del viver concesso. “Credo proprio che dovrò arrestare anche lei, insieme al criminale che sta allevando…”
“Arrestala!” bercia il popolino in piena, estatica foga.
“Mio figlio non è un criminale!” strilla di rimando la donna sovrastando insperatamente il frastuono.
“Come no?” ribatte stizzito l’agente. “Ha violato la sacra regola, l’abbiamo visto tutti, lo vediamo anche ora, la scena è virale su ogni schermo, ormai. Il bambino ha il capo lontano dal monitor e sta guardando intorno a sé.”

Leggi il resto

Nessun commento:

Posta un commento